Condividi, , Google Plus, LinkedIn,

Stampa

Pubblicato in:

Una chiara visione di mercato

Il Gruppo Vaccari è uno dei maggiori gruppi di estrazione inerti e produzione di conglomerati bituminosi del Nord-Est. Una chiara visione di mercato ha portato all’acquisto di due silos Astec per lo stoccaggio dei conglomerati bituminosi

sfondo ms

I vantaggi di una soluzione altamente tecnologica

A fronte di un investimento importante, quali sono i vantaggi di una soluzione altamente tecnologica come i silos di stoccaggio a lungo termine della Astec?

La possibilità di pianificare in modo più lineare la produzione dell’impianto è sicuramente il primo e più evidente vantaggio. Potendo accumulare del materiale fino a quattro giorni con la garanzia di Astec sulla qualità dei conglomerati, si riesce a far fronte ai picchi di carico, alle esigenze delle piccole forniture e a sfruttare in modo intelligente le inattività dell’impianto.

Il secondo è sicuramente quello di poter fornire un servizio di massima disponibilità nei confronti di tutti quei Clienti – che sono in continua crescita – che hanno bisogno di forniture con piccole quantità e in qualsiasi momento, sia a impianto fermo che nel corso di forniture importanti che monopolizzano la produzione.

Ma l’altro grande vantaggio consiste nel riuscire a programmare in modo più razionale l’accensione mattutina e lo spegnimento serale. Con i silos è possibile far fronte in modo più agevole al primo flusso di carico in modo molto rapido, così come – nel corso della giornata – abbreviare i tempi di carico grazie al materiale che può essere preparato in continuo e caricato velocemente nel momento in cui arrivano i mezzi di trasporto.

“L’acquisto dei due silos della Astec – aggiunge l’Ing. Vaccari – rappresenta per noi una rivoluzione nel modo di avvicinarci al mercato, ai nostri Clienti e al modo di organizzare il nostro lavoro. Dall’esame che abbiamo effettuato, si è deciso di stoccare i materiali oggetto di maggiore acquisto, soprattutto in piccole quantità e in modo meno programmato.

Gli unici conglomerati non stoccabili sono quelli confezionati con bitumi modificati ma, in questo caso, si tratta di produzioni specifiche che rientrano negli appalti con grandi, dove i silos entrano in azione per servire la Clientela a cui servono conglomerati ordinari.

Nel caso in cui vi fossero lavori di una certa dimensione, nulla vieta che si usino i silos anche come regolatori del flusso di carico, preparando il materiale nei tempi morti e caricandolo velocemente all’arrivo dei mezzi. Insomma: è un investimento che ci permette di posizionarci in modo molto diverso rispetto al passato, aprendo nuove nicchie di offerta grazie a un servizio al Cliente che prospetta, come prima cosa, tempi certi sia di consegna che di carico. E il tempo, oggi, è una delle risorse più preziose in assoluto.

Siamo un’Azienda strutturata con quattro siti estrattivi e di lavorazione, di cui due di materiale alluvionale e due di basalto. Oltre ad avere l’impianto di conglomerati bituminosi qui a Montecchio Maggiore, essere organizzati ed efficienti per noi è fondamentale da ogni punto di vista. I due silos della Astec ci permetteranno di aumentare ancora di più la nostra efficienza. Abbiamo visto da vicino come questa Azienda costruisca impianti con tecnologie realmente all’avanguardia: questi silos potrebbero essere il primo tassello per valutare future espansioni”.