Condividi, , Google Plus, LinkedIn,

Stampa

Pubblicato in:

Un impianto di miscelazione con generatore di gas caldo

Anteprima mondiale di Benninghoven, Azienda di primo piano nelle tecnologie di riciclaggio: sul TBA, adatto sia per l’impiego semi-mobile che per quello stazionario, viene installato per la prima volta il tamburo di riciclo funzionante secondo il principio di controcorrente

sfondo benninghoven

Efficienza energetica ed ecologica

A differenza dei classici tamburi paralleli di riciclo, con il sistema di riscaldamento indiretto di gas caldo vengono impiegati tamburi di riciclo in controcorrente che consentono di alimentare il materiale in direzione opposta rispetto alla sorgente di calore. La temperatura in uscita di 160 °C corrisponde a quella dell’ulteriore lavorazione, mentre quella del gas di scarico è di appena 100 °C, ma si trova al di sopra del punto di rugiada (evitando qualsiasi tipo di problematica all’interno del filtro).

Queste condizioni rappresentano vantaggi decisivi legati al processo per i proprietari degli impianti di produzione del conglomerato bituminoso: nella modalità classica di aggiunta di riciclato, secondo il principio in equicorrente, le emissioni dei gas di scarico limitano la temperatura del fresato a 130 °C, anche se per ragioni fisiche questi gas si attestano su temperature più elevate, portando a un consumo di energia superiore e a una maggiore sollecitazione del sistema di depolverizzazione.

Per consentire al conglomerato di raggiungere una temperatura di 160 °C, gli aggregati devono venire di conseguenza surriscaldati con ulteriori extra consumi di combustibile.

Il bruciatore Evo Jet può essere alimentato come sempre con diversi tipi di combustibile, e rilascia la quantità di energia termica necessaria all’essiccazione e al riscaldamento dei materiali riciclabili. L’aria calda prodotta viene mescolata, sempre secondo il principio di funzionamento in controcorrente, in modo intensivo con l’aria di ricircolo in modo da raggiungere la temperatura corretta necessaria per l’essicazione e il riscaldamento del fresato. Durante questo processo, gli idrocarburi presenti nell’aria di ricircolo vengono eliminati quasi completamente.

Il generatore di gas caldo Benninghoven rappresenta quindi un contributo decisivo nella direzione dell’efficienza energetica, dell’economicità e della tutela attiva dell’ambiente.

Le caratteristiche del generatore di gas caldo

  • Possibilità di aumentare sensibilmente la percentuale di aggiunta di materiale riciclato, a seconda della qualità, fino al 90+X%;
  • minor fabbisogno totale di energia per il funzionamento dell’impianto;
  • valori di emissione nettamente al di sotto del livello stabilito dalla Legge (conforme ai requisiti del regolamento TA-Luft) grazie all’impiego di un generatore di gas caldo;
  • impianto trasportabile di miscelazione asfalto di tipo TBA;
  • impianto con un miscelatore da 4 t e una capacità di miscelazione fino a 320 t/ora e un silo di carico da 194 t;
  • tamburo di riciclo con generatore di gas caldo con funzionamento secondo il principio in controcorrente.