Condividi, , Google Plus, LinkedIn,

Stampa

Pubblicato in:

Riciclaggio a freddo e materiali stabilizzati a bitume

Le pavimentazioni stradali con uno o più strati realizzati con l’utilizzo di materiali stabilizzati a bitume (BSM) sono sostenibili da un punto di vista sia ambientale che economico. Quando si utilizzano buone tecniche costruttive, queste pavimentazioni risultano essere molto performanti, come e anche più di quelle tradizionali

sfondo uni pr

I vantaggi e la ricerca sulla tematica

Riassumendo i principali vantaggi di questo materiale, chiamato anche con gli appellativi di asfalto a bassa energia o asfalto verde, sono il riutilizzo di percentuali molto prossime al 100% del materiale fresato e il conseguente notevole risparmio in termini di risorse, il rispetto dell’ambiente con una produzione inferiore se non azzerata in termini di CO2 grazie al mancato utilizzo di calore, un risparmio economico sui costi di produzione, tempi brevi di costruzione e proprietà meccaniche paragonabili e in alcuni casi migliori a quelle di una miscela tradizionale.

La ricerca su questi materiali si sta evolvendo principalmente su tematiche come la caratterizzazione del fresato di conglomerato bituminoso finalizzata al miglioramento del mix design grazie alla conoscenza del grado di attivazione residua del bitume contenuto nella pavimentazione esistente, alla valutazione del miglior filler attivo da utilizzare e in che quantità in modo tale da non compromettere la flessibilità dello strato, fino alle valutazioni delle prestazioni e dei costi del ciclo di vita.