Condividi, , Google Plus, LinkedIn,

Stampa

Pubblicato in:

Innovazione tecnologica per pavimentazioni stradali prestazionali

Una sintesi della relazione della Società Iterchimica presentata in occasione del Concorso “Le strade del futuro” organizzato da AIPCR. La ricerca per lo sviluppo di soluzioni innovative per ottenere pavimentazioni stradali prestazionali

sfondo iter
Il compound polimerico supermodificante a base grafenica

In conformità ai concetti di ecosostenibilità e Perpetual Pavement, la ricerca sviluppata ha avuto come obiettivo la produzione di un compound polimerico supermodificante per conglomerati bituminosi.

I concetti principali su cui si è lavorato sono stati:

  • ecosostenibilità;
  • sistema produttivo ad alta efficienza e sostenibilità, caratterizzato da minori consumi energetici;
  • impiego di polimeri poliolefinici, di cui una quota parte da recupero, se possibile;
  • composizione additivata con grafene, per incrementare le prestazioni rispetto ai tradizionali compound polimerici;
  • metodo di modifica tipo Dry;
  • versatilità e facilità di utilizzo per la produzione dei CB.

Dal punto di vista delle materie prime che compongono il compound, il grafene rappresenta sicuramente la novità maggiore. La caratteristica principale apportata è il potenziamento delle proprietà meccaniche di resistenza delle miscele bituminose rispetto a tutte le tecnologie di modifica attualmente in uso.

L’analisi dei risultati

Per quanto riguarda il compound polimerico polifunzionale contenente anche fibre e polverino di gomma da PFU, il mix design definito univocamente per tutte le miscele oggetto di studio ha richiesto l’utilizzo del 6% di bitume ottimale complessivo per ottenere il giusto compromesso tra caratteristiche di lavorabilità e proprietà fisico-meccaniche.

L’analisi volumetrica delle miscele ha evidenziato un corretto contenuto di vuoti per tutte le miscele, anche in presenza del 25% di fresato. La mancanza di variazioni significative nelle proprietà fisiche degli SMA con RAP conferma l’efficacia del ringiovanente utilizzato, in grado di rigenerare il bitume parzialmente ossidato del fresato.