Condividi, , Google Plus, LinkedIn,

Stampa

Pubblicato in:

Il Top Tower 3000 P: davvero top con la certificazione 4.0

Linee guida alla base dello sviluppo della nuova gamma completa di impianti di nuova generazione

sfondo marini

Il sistema filtrante

Il filtro è stato posizionato al di sopra del tamburo rotante; è a maniche in aramide con sezione ovale e molto grande e presenta una superficie di scambio di oltre 1.000 m2 ed è dotato di un ventilatore da 68.000 m3/ora.

I fumi dopo il trattamento escono da un camino che parte già in quota e scarica nel punto più alto a circa 30 m di altezza, processo fondamentale per il recupero del filler che dovrà essere dosato nelle miscele almeno al 5% per poter riempire i vuoti. 

Lo stoccaggio del bitume

Tre capienti serbatoi verticali da 100 m3 cadauno contenenti bitume (due cisterne per bitume tradizionale e una per bitume modificato) che va mantenuto caldo sono riscaldati elettricamente e sono progettati per evitare ponti termici e dispersioni di calore quindi coibentati con 200 mm di lana di roccia e rivestiti con lamiere grecate in alluminio.

Nella parte superiore dei serbatoi sono installati agitatori che permettono la mescolazione della massa del bitume a temperatura uniforme. I fumi prodotti al loro interno vengono convogliati in tre collettori in acciaio inox che scendono a terra e raccolti e trattati in un unico punto poiché durante le fasi di carico dall’autocisterna di rifornimento il volume di vapore deve uscire per fare spazio al nuovo bitume. Quindi massima attenzione anche ai minimi dettagli.

Il dosaggio per gravità del bitume nella torre di mescolazione è un’ulteriore nuova caratteristica del Top Tower.