Condividi, , Google Plus, LinkedIn,

Stampa

Pubblicato in:

Due mix di asfalto per la fase finale del progetto Alterpave

Rivestimenti superficiali: presentata lo scorso 27 Febbraio a Carpiano una nuova ricerca cofinanziata da 11 Paesi, che ha trovato il suo compimento nel tratto di strada realizzato dall’Impresa Bacchi con due diverse miscele, basate sull’utilizzo di RAP e agenti di ringiovanimento eco-compatibili. La visita è stata preceduta da un Convegno al quale la Redazione era presente

L’obiettivo è promuovere l’innovazione nelle infrastrutture di trasporto, per innalzare il livello qualitativo dell’offerta sia sul nuovo che sull’esistente. Sette sono le sfide individuate dal programma:

  • processi avanzati di previsione delle performance;
  • accresciuta durabilità ed estensione del ciclo di vita;
  • metodi rapidi e non distruttivi per i controlli qualità e prestazioni di materiali e opere;
  • mantenere le tratte merci aperte attraverso una manutenzione non invasiva;
  • assicurare le prestazioni delle infrastrutture con ogni condizione meteo;
  • efficienza energetica nella costruzione e nella manutenzione delle strade (eco-design);
  • riduzione dell’impiego di materiale vergine tramite sostituzione o riciclo.

Gli obiettivi di Alterpave

Daniel Castro Fresno, Docente dell’Università della Cantabria e Coordinatore di Alterpave, ha illustrato la composizione del Consorzio di progetto e il suo scopo di fondo, ovvero la dimostrazione di un approccio integrato alla costruzione sostenibile di strade considerando l’intero ciclo di vita.

Tale obiettivo è stato perseguito in tre modi: aumentando l’utilizzo di materiali alternativi quali RAP, sottoprodotti e agenti di ringiovanimento eco-compatibili; assicurando la riciclabilità delle strade così realizzate, tramite anche il ricorso ad avanzate tecnologie di identificazione; implementando un approccio basato sull’economia circolare.