Condividi, , Google Plus, LinkedIn,

Stampa

Pubblicato in:

Tecnologie innovative con soluzioni di prefabbricati sostenibili per l’ambiente

L’ambiente conta sempre di più: in Coprem si immagina un mondo migliore e più verde

sfondo coprem

Grazie a questa sensibilità che fa parte del DNA dell’Azienda, Coprem nel suo processo evolutivo di miglioramento continuo, dopo aver proceduto all’istituzione e alla certificazione dei sistemi di controllo della produzione per conglomerati cementizi (FPC calcestruzzo), per elementi prefabbricati scatolari in calcestruzzo (UNI EN 14844), per elementi tubolari (UNI EN 1916) e per elementi pozzetti (UNI EN 1917), ha previsto l’implementazione di un Sistema di Gestione Ambientale integrato qualità-ambientesicurezza, che ha trovato di recente un riscontro certificativo nelle prime due sezioni (UNI EN ISO 9001 e UNI EN ISO 14001) da parte di Apave Certification Italia, un Organismo di certificazione dei sistemi di gestione aziendale.

Secondo il punto 2.4.2.2 “Elementi prefabbricati in calcestruzzo” pubblicato nel nuovo DM 11 ottobre 2017, con la revisione dei CAM Edilizia (Criteri Ambientali Minimi per l’affidamento di servizi di progettazione e lavori per la nuova costruzione, ristrutturazione e manutenzione di edifici pubblici), Coprem produce i suoi prefabbricati utilizzando almeno il 5% in peso di materie riciclate, provenienti da Fornitori di primaria importanza e certificate secondo le Normative vigenti per l’impiego nel calcestruzzo.

Consapevole delle evoluzioni alle quali dovrà necessariamente andare incontro nel prossimo futuro il comparto delle costruzioni, come per esempio lo sviluppo di schemi di certificazione LEED – ITACA per la disciplina delle prestazioni ambientali e energetiche delle strutture, Coprem vuole continuare il suo cammino puntando all’istituzione di un sistema di certificazione EPD (Environmental Product Declaration) per i propri elementi prefabbricati.

La certificazione EPD regolata dalla Norma ISO 14025 si basa sullo studio del ciclo di vita del prodotto (Metodologia LCA – Life Cycle Assessment) e ha lo scopo di sensibilizzare e indirizzare il Cliente verso l’acquisto di prodotti in grado di generare minor impatto ambientale e garantire maggiore durabilità.