Condividi, , Google Plus, LinkedIn,

Stampa

Pubblicato in:

Stop al rumore con le barriere fonoassorbenti di ultima generazione

Autovie Venete ha varato un piano da 150 milioni per il risanamento acustico delle aree abitate adiacenti all’autostrada. Privilegiati i materiali locali per una migliore integrazione nel paesaggio

sfondo autovie

Supera i 150 milioni di Euro l’investimento di Autovie Venete SpA per la realizzazione del piano di risanamento acustico su tutta la rete autostradale.

Il programma di lavoro prevede una serie di interventi che sono stati attentamente pianificati e programmati dopo aver effettuato, per ogni area individuata come critica, accurate misurazioni e rilievi sulla base dei quali è stata poi predisposta una scala di priorità per quanto riguarda i tempi di realizzazione. Cinquantadue, in tutto, i comuni coinvolti.

  • A4
    1 autovie
    Un tratto di A4 in prossimità dello svincolo di Sistiana
  • Barriera
    2 autovie
    Un modello di barriera tipo

In 14 di questi i lavori sono già stati effettuati, mentre per gli altri gli interventi sono stati distribuiti nei prossimi anni. L’ultimo cantiere aperto, in ordine di tempo, è quello riguardante il comune di Duino Aurisina in provincia di Trieste, una zona particolarmente delicata dal punto di vista paesaggistico e ambientale, dove i vincoli sono molto rigorosi.

L’area, infatti, rientra nelle zone cosiddette SIC (Siti di Interesse Comunitario) che – essendo fortemente tutelate – richiedono modalità di intervento non invasive e quindi l’utilizzo di tecniche e materiali compatibili con l’ambiente.

I lavori per le barriere fonoassorbenti nel tratto di A4 compreso tra il cavalcavia della S.R. 55 e lo svincolo di Sistiana in comune di Duino Aurisina saranno realizzati da un’ATI composta dalla veneta FIP e dalla CIR Ambiente di Imola.