Condividi, , Google Plus, LinkedIn,

Stampa

Pubblicato in:

Opere d’arte in leggerezza

Una geologia complessa mette alla prova le proprietà tecnologiche dell'argilla espansa Leca nella costruzione di un rilevato stradale alleggerito della variante di Nova Siri: semplicità esecutiva, costi contenuti e durabilità per una soluzione in grado di offrire le massime garanzie funzionali

Numerosi sono i casi di dissesto che interessano tali opere ed onerosi sono in genere gli interventi finalizzati a prevenirli. Da ormai più di 30 anni l’argilla espansa Leca è utilizzata in tutto il mondo per la realizzazione di rilevati stradali leggeri, apportando una serie di vantaggi alla realizzazione.

L’utilizzo di argilla espansa Leca, infatti, può permettere di evitare totalmente o in parte gli oneri di stabilizzazione del terreno di fondazione; sfruttando la notevole riduzione del peso del rilevato è possibile realizzare molteplici interventi con la tecnica della compensazione del carico. Tale tecnica permette di costruire il rilevato senza aumentare (o comunque aumentando di poco) i carichi sul terreno, mantenendo così invariato lo strato di equilibrio tensionale originale.

Dati tecnici
Opera
SS 106 “Ionica”: costruzione della variante di Nova Siri con adeguamento della sezione stradale alla categoria B1, tronco 9°, dal km 414+080 al km 419+300
Committente
ANAS SpA
Responsabile di Procedimento
Ing. Alessandro Medici
Responsabile di Area
Ing. Maurizio Aramini
Progettazione
RTP, Girpa SpA, SCF Engineering, Prof. Ing. Claudio Di Prisco, Ing. Mauro Vecchiotti, Ing. Fabio Abruzzese
Impresa esecutrice
ATI Oberosler Cav. Pietro SpA-Soveco

Condividi, , Google Plus, LinkedIn,