Condividi, , Google Plus, LinkedIn,

Stampa

Pubblicato in:

Investimenti per ambiente, natura e clima

La Commissione Europea ha approvato un pacchetto di investimenti di 222 milioni dal bilancio UE, a titolo del programma Life per l’ambiente e l’azione per il clima, allo scopo di sostenere la transizione dell’Europa verso un futuro più sostenibile e a basse emissioni di carbonio

sfondo verde

In linea con il pacchetto della Commissione Europea sull’economia circolare, i progetti aiuteranno gli Stati membri nella transizione verso un’economia più circolare. Tra i progetti vi sono:

  • la sperimentazione di un prototipo italiano che potrebbe convertire in modo economicamente efficiente le autovetture a benzina in veicoli ibridi;
  • la fabbricazione, nei Paesi Bassi, di bioprodotti a partire da fanghi;
  • l’applicazione di un nuovo trattamento biologico per eliminare i pesticidi e i nitrati dall’acqua nella Spagna meridionale.

Altri progetti sosterranno l’attuazione del piano d’azione per la natura, in particolare la gestione dei siti Natura 2000. La protezione delle specie è un altro aspetto considerato, come nel progetto sloveno transfrontaliero inteso a salvare dall’estinzione una specie di lince alpina ad alto rischio.

Sul fronte del clima, l’UE investirà 40,2 milioni per sostenere progetti mirati all’adattamento ai cambiamenti climatici, alla mitigazione, alla governance e all’informazione.

I progetti selezionati concorrono al conseguimento dell’obiettivo dell’UE di ridurre entro il 2030 le emissioni di gas serra di almeno il 40% rispetto ai livelli del 1990.

I finanziamenti LIFE contribuiranno inoltre a migliorare la resilienza di una via navigabile tra le più trafficate di Europa – l’estuario della Schelda (in Belgio) – a mettere a punto strumenti per prevedere le tempeste di sabbia e a contrastare il fenomeno dell’isola di calore nelle città.

I 59 progetti della componente LIFE Ambiente e uso efficiente delle risorse mobiliteranno 134,6 milioni, di cui 73 forniti dall’UE, e riguardano azioni in cinque aree tematiche: aria, ambiente e salute, uso efficiente delle risorse, rifiuti e acqua. I 15 progetti sull’uso efficiente delle risorse mobiliteranno da soli 37,9 milioni, agevolando la transizione verso un’economia più circolare in Europa.