Condividi, , Google Plus, LinkedIn,

Stampa

Pubblicato in:

La situazione degli aeroporti lombardi

I recenti trend degli aeroporti milanesi non smetteranno di sorprendere anche nel 2018

sfondo baccelli

Il sistema aeroportuale milanese, composto dagli scali di Linate, Malpensa e Bergamo Orio al Serio, ha chiuso il 2017 con risultati particolarmente significativi, segnando un + 9,4% complessivo per quanto riguarda il numero dei passeggeri, ben superiore al 6,4% su scala nazionale.

Gli scali di Malpensa e Bergamo, i veri protagonisti dello sviluppo, hanno evidenziato rispettivamente un +14,2%, pari a 2,75 milioni di passeggeri aggiuntivi e un + 10,5%, con 1,12 milioni di pax in più.

  • Aeroporto
    1 baccelli
    Il sistema aeroportuale milanese, composto dagli scali di Linate, Malpensa e Bergamo Orio al Serio, ha chiuso il 2017 con risultati particolarmente significativi
  • Malpensa
    2 baccelli
    Il trend dell’area di Milano è particolarmente significativo perché rimarca un sostanziale più che raddoppio della crescita rispetto all’anno precedente

Lo scalo di Linate, che ha un limite al numero di movimentazioni orarie fissato dal 1998, ha registrato traffici pressoché invariati, con un –1,4% e 141.000 passeggeri in meno.

Il dato di Linate è influenzato dalla continua erosione di passeggeri da parte dei servizi ferroviari ad alta velocità sulle rotte per Roma e Napoli e dalla rafforzata competizione dei vettori basati a Malpensa sulle rotte verso la Sicilia.

In un solo anno, il sistema ha guadagnato 3,8 milioni di passeggeri, pari al 35% della crescita dell’insieme degli scali nazionali, evidenziando così un ruolo di volano di sviluppo del Sistema Paese, al contrario del sistema aeroportuale romano, che ha perso circa lo 0,1% dei traffici pari a 283.000 passeggeri, dovuto principalmente alla crisi di Alitalia.