Condividi, , Google Plus, LinkedIn,

Stampa

Pubblicato in:

Il caso dell’aeroporto Friuli Venezia Giulia

La riqualifica strutturale di parte della pavimentazione rigida del piazzale di sosta degli aeromobili mediante iniezione controllata di resine espandenti

Il monitoraggio dell’intervento

Durante e alla fine della fase di iniezione della resina, laddove necessario, si è mantenuto l’impianto di monitoraggio geoelettrico 4D (x,y,z,t) sempre in funzione per tutta la durata dei lavori di consolidamento. Il sistema diagnostico E.R.T. ha consentito la restituzione di immagini 3D in time lapse per la ricostruzione del sottosuolo così da eseguire iniezioni mirate e precise a supporto delle verifiche globali dell’opera per una maggior compattazione e stabilità del sottofondo consolidato. Inoltre, esclusivamente al fine di evitare sollevamenti impropri, fermo restando il criterio unico di validazione dell’intervento pianificato sul raggiungimento di un valore PCN minimo, si è implementato un apposito sistema di monitoraggio mediante comparatori digitali centesimali con risoluzione pari a 0,01 mm. L’impianto è stato integrato da sensori potenziometrici di posizione e temperatura collegati direttamente a un data logger dedicato che ha consentito vantaggiosamente di poter controllare e registrare eventuali variazioni.

Le indagini conclusive e la verifica dei parametri richiesti

Al termine della fase di iniezione si è eseguita la campagna di indagini conclusive su ogni lastra trattata mediante apparecchiatura HWD con deflettometro a massa battente tipo Dynatest 8082. Le risultanze hanno evidenziato un miglioramento significativo delle caratteristiche portanti a seguito dell’intervento di consolidamento ed una omogeneizzazione del comportamento della pavimentazione tra bordo e centro lastra. Nonostante le effettive condizioni della pavimentazione fossero inizialmente peggiori rispetto ai dati rilevati nel 2013 dalla Committenza, dunque con un valore medio del PCN in diminuzione di circa il 20% rispetto allo stato preliminare alle iniezioni, il PCN medio raggiunto grazie all’intervento Geosec è risultato migliorato di circa il 21%, confermando dunque il raggiungimento della conformità del piazzale alle prescrizioni ENAC.

Dati tecnici

  • Stazione Appaltante: aeroporto Friuli Venezia Giulia SpA
  • Progetto preliminare: aeroporto Friuli Venezia Giulia SpA
  • Ubicazione del cantiere: aeroporto Pietro Savorgnan di Brazzà, Ronchi (GO – Latitudine: 45.8206774, Longitudine: 13.485314000000017)
  • RUP: Ing. Stefano Guerriero
  • Esecutori dei Lavori: Geosec Srl
  • Affidamento dei lavori: selezione con procedura negoziata
  • Importo dei lavori (base di gara): 182.500,00 Euro
  • Durata dei lavori: 25 notti
  • Data di consegna: 9 Marzo 2015
  • Data di ultimazione: 14 Aprile 2015