Share, , Google Plus, LinkedIn,

Print

Posted in:

Il caso dell’aeroporto di Cagliari – Elmas

Un modello matematico per l’ottimizzazione dell’offerta in una rete di trasporto aereo

Il caso dell’aeroporto di Cagliari - Elmas
I dati utilizzati

Il punto di partenza sono i dati relativi ai passeggeri in partenza dallo scalo. Per fare ciò è stato suddiviso l’anno in tre periodi in funzione della stagionalità aeronautica, ovvero il primo periodo va da Gennaio ad Aprile (P1), il secondo da Maggio a Settembre (P2) e infine il terzo da Ottobre a Dicembre (P3). All’interno di ciascun periodo sono state infine individuate le tre settimane di picco, nell’ordine:

  • P1 (dal 6 al 12 Aprile);
  • P2 (dal 24 al 30 Agosto);
  • P3 (dal 5 al 11 Ottobre).

Un’ulteriore disaggregazione del dato ha riguardato la suddivisione del traffico per fascia oraria all’interno della giornata. L’operatività è considerata varia dalle ore 6.00 alle 22.30 e l’intervallo è stato suddiviso in quattro fasce orarie:

  • 1a dalle 6.00 alle 8.59;
  • 2a dalle 9.00 alle 13.59;
  • 3a dalle 14.00 alle 18.29;
  • 4a dalle 18.30 alle 22.30.

I mezzi utilizzati sono quelli in servizio nelle rotte indicate e adoperati dai vettori Meridiana e Alitalia:

  • Meridiana: B737 (189 persone) e MD80 (165 persone);
  • Alitalia: A319 (138 persone), A320 (165 persone), A321 (200 persone), E175 (88 Persone) e E190 (100 Persone).