Il Punto di Vista

RSS

  • Alcune riflessioni sulla necessità della manutenzione ordinaria delle infrastrutture viarie

    La manutenzione ordinaria rappresenta l’azione essenziale per la conservazione delle infrastrutture viarie: occorre infatti evidenziare che le strade sono un bene incommensurabile che si consuma, soggetto ad intense sollecitazioni. In particolare, le strade amministrate dai Comuni e dagli Enti di area vasta (Città Metropolitane e Provincie), quindi quell’insieme di infrastrutture non ricomprese nella rete viaria […]

  • Il mondo industriale del tunnelling italiano: un futuro di successo che si fonda su un solido passato

    Per la sua morfologia, l’Italia ha rappresentato sin dall’inizio dell’industria italiana del tunnelling – che possiamo datare al 1860 con la costruzione del tunnel ferroviario del Frejus (1871) – una sorta di “palestra” per tutte le componenti professionali ed industriali che collaborano nella realizzazione delle opere in sotterraneo: Committenti, Società di ingegneria, Imprese di costruzioni, […]

  • Durevolezza!

    Realizzare opere durevoli è da sempre uno degli obiettivi dei Costruttori, raggiunto in molti casi. Il ponte in acciaio sul Firth of Forth in Scozia, costruito 130 anni fa e ancora in esercizio, lo dimostra. Oggi si può ottenere durata nel tempo dei nostri manufatti con qualsiasi materiale, a patto che si garantiscano due condizioni: […]

  • Il suolo è prezioso: una Legge per ridurne il consumo e salvaguardare l’ambiente

    Recentemente è stato licenziato dalle Commissioni Ambiente e Agricoltura della Camera ed è pronto per l’Aula il Disegno di Legge “Contenimento del consumo del suolo e riuso del suolo edificato”, presentato alla Camera dei Deputati il 3 Febbraio 2014 dal Ministro delle Politiche Agricole Alimentari e Forestali Nunzia De Girolamo e altri. Si tratta di […]

  • La realizzazione delle pavimentazioni in calcestruzzo: potenzialità e necessità di un cambio di passo

    Intervista al Prof. Maurizio Crispino, Professore Ordinario di Strade, Ferrovie ed Aeroporti presso il Politecnico di Milano L’occasione dello Speciale “Pavimentazioni” di questo numero è proficua per fare qualche riflessione sulle pavimentazioni in calcestruzzo a cui chi scrive sta dedicando con il suo gruppo di ricerca presso il Politecnico di Milano notevole attenzione ormai da […]

  • Per i porti è bene concentrarsi sui grandi numeri

    Il Piano Strategico Nazionale della Portualità e della Logistica (PSNPL) approvato in via preliminare dal Consiglio dei Ministri ai primi di Luglio costituisce un primo passo importante nel riordino delle logiche di pianificazione dei trasporti in Italia, in vista anche del Documento di Programmazione Pluriennale atteso entro la fine dell’anno che dovrebbe costituire lo strumento […]

  • La cultura del progetto

    Il progetto è la prima fase della costruzione di un’opera d’ingegneria, e che un progetto sia indispensabile sta nelle cose ed è evidente a tutti. Ciò che è meno evidente è che il progetto è sempre molto complesso e delicato in quanto implica difficili scelte e interazioni tra infinite combinazioni di schemi statici, forme strutturali, […]

  • Pavimentazioni sostenibili e ambiente

    Il rapporto tra pavimentazioni stradali e ambiente raccoglie, di norma, l’attenzione delle cronache solo quando se ne portano alla pubblica evidenza le implicazioni più deteriori (impatto visivo, inquinamenti correlati con l’uso di taluni materiali, ecc.). In queste circostanze, le sovrastrutture stradali vengono sommariamente additate come causa di degrado degli ecosistemi. Non c’è dubbio che, in […]

  • La nuova normativa europea sul guard-rail

    In ambito comunitario, la Normativa di riferimento per la certificazione dei sistemi di ritenuta stradali è la UNI EN1317: essa copre prodotti quali barriere di sicurezza, attenuatori d’urto, terminali di barriera, chiusure varchi e sistemi di protezioni per motociclisti. La revisione in corso di tale Normativa ha lo scopo di migliorare il testo esistente rispetto […]

  • La progettazione ipogea Made in Italy quale risorsa per nuovi spazi

    Progettare e costruire un’opera in sotterraneo è un esercizio molto diverso dal progettare e costruire un’analoga opera in superficie. In sotterraneo, infatti, le opere si realizzano per sottrazione e non per addizione di materiali come avviene per quelle in superficie, essendo quelle nel sottosuolo il prodotto della creazione di nuovi spazi e non il risultato […]

  • La formulazione dei materiali bituminosi nei nuovi scenari realizzativi e manutentivi di infrastrutture stradali e aeroportuali

    Lo Speciale “Pavimentazioni” di “Strade & Autostrade” spinge a svolgere, diversamente da altre occasioni in cui in questa stessa sede si sono discusse tematiche di carattere più generale (come ad esempio la situazione di degrado del patrimonio stradale), delle considerazioni di ambito più specialistico. L’odierna attenzione ricade sulla concezione della formulazione dei materiali bituminosi nei […]

  • Un esame di coscienza per la politica infrastrutturale del Paese

    Passare da una lista di costi per investimenti in infrastrutture ad una politica strategica dei trasporti con obiettivi economici, sociali ed ambientali di lungo periodo dopo l’estate 2014 è divenuto ancor più un imperativo per il nostro sistema Paese. Infatti, nel corso delle ultime settimane sono emerse in modo ancor più chiaro problematiche che, usando […]

  • La robustezza dei ponti

    La “robustezza” di una struttura è la capacità che ha di sopravvivere, cioè di non crollare, anche in caso di eventi eccezionali non quantificati (diversamente dalle azioni sismiche) in fase di progetto, quali esplosioni, urti, sabotaggio, errori umani, ecc… Le NTC 2008 introducono per la prima volta questo requisito definendolo genericamente come la “ capacità […]

  • Il funzionario responsabile della gestione delle reti stradali: bersaglio “fisso”

    Più di una volta chi scrive ha ritenuto di richiamare l’attenzione del Lettore sulle numerose criticità che caratterizzano la gestione del patrimonio pubblico stradale, evidenziando peraltro come tra le varie problematiche ve ne sia una in particolare piuttosto rilevante, concernente il modello organizzativo e di controllo totalmente chiuso su stesso all’interno dell’Ente, privo dunque di […]

  • Grandi rischi e piccoli dissesti

    Il maltempo che ha flagellato l’Italia durante l’ultimo inverno pone in evidenza la vulnerabilità di molte infrastrutture territoriali: esondazioni, allagamenti, rovina di argini fluviali, chiusure di strade e ferrovie, collassi di antiche mura, estesi movimenti di frana, ripetute interruzioni di linee elettriche, hanno allarmato e sconcertato non poco la pubblica opinione. L’immagine del treno deragliato […]

  • Il futuro delle opere in sotterraneo

    Nell’Ottobre scorso, con incoraggiante successo, si è tenuto a Bologna il primo Salone professionale delle tecnologie per il sottosuolo, nell’ambito del quale si è svolto anche un importante Congresso internazionale – che ho avuto l’onore di presiedere – promosso dalla Società Italiana Gallerie (SIG) sul tema “Gallerie e spazio sotterraneo nello sviluppo dell’Europa”. L’evento ha […]

  • Rivalutare le politiche infrastrutturali per superare la crisi

    Le politiche dei trasporti, che comprendono non solo gli aspetti infrastrutturali ma anche quelli tipici della pianificazione e della regolazione dei servizi, sono una delle leve per attivare percorsi di crescita economica, tenendo conto della necessità di dover continuamente adeguare queste politiche al mutare delle condizioni di contesto. La combinazione di diversi elementi, quali la […]

  • I ponti polifunzionali

    Sono stato di recente all’assemblea generale dell’AITEC: i dati relativi alla produzione di cemento in Italia presentati dai Relatori sono drammatici, a conferma dalla grave crisi del settore delle costruzioni. Accanto a queste molto negative, mi è parso però di scorgere una qualche nota positiva almeno per quanto riguarda l’edilizia: in particolare, il risparmio energetico […]

  • Applicazione delle tecniche di traffic calming per la mobilità in ambiente urbano

    Il Traffic Calming (moderazione del traffico) è, come è noto, una tecnica che finalizza la progettazione degli elementi infrastrutturali stradali ad una gestione innovativa della circolazione, consentendo in ambiente urbano la promiscuità dei diversi utenti della strada. Tale promiscuità è essenziale in tutte le nostre città storiche, ma è necessario renderla sicura (il 76% degli […]

  • Le diverse soluzioni per la sicurezza sulla strade nell’ambito dei Paesi europei

    Il concetto di sicurezza dovrebbe essere di comune interpretazione ovunque e, a maggior ragione, all’interno dei Paesi europea dove le Leggi in materia derivano da indicazioni comunitarie precise. Nonostante questa semplicissima e ovvia considerazione, se viaggiamo all’interno delle strade Europee ci accorgiamo di differenze sostanziali nell’utilizzo dei sistemi di sicurezza. Se ci muoviamo dalla Danimarca […]

  • Le piogge, la spending review e Watson

    I bollettini meteo italiani e mondiali danno ormai di sovente riscontro di eventi piovosi di intensità tale da suscitare grande preoccupazione nell’opinione pubblica. Non è questa la sede per discuterne le cause e soprattutto gli effetti sul territorio: è sufficiente ricordare che sempre più frequentemente questi eventi mietono delle vittime. Le immagini televisive e della […]

  • Quale futuro per le strade provinciali?

    Ai primi di Agosto, con l’approvazione in Parlamento del Decreto Spending Review, diventa Legge il provvedimento nato per “accorpare e sopprimere” le Province e poi ribattezzato più morbidamente “riordino”. Secondo i criteri deliberati dal Consiglio dei Ministri, i requisiti territoriali minimi per le province sono indicati, in linea generale, in almeno 350.000 abitanti e 2.500 […]

  • Le scelte progettuali per i ponti

    Le scelte progettuali relative alle opere pubbliche, e in particolare ai ponti, risentono inevitabilmente dei condizionamenti imposti da chi dovrà realizzarle, cioè le Imprese. Se ripercorriamo la loro storia a partire dall’immediato dopoguerra, vediamo come esse fossero prevalentemente a carattere artigianale e, dato l’alto costo dell’acciaio, i ponti venissero costruiti quasi esclusivamente in calcestruzzo: dapprima […]