Condividi, , Google Plus, LinkedIn,

Stampa

Roma: apre la Metro C San Giovanni

San Giovanni

La linea C arriva così a 22 fermate attive, da Pantano-Monte Compatri in poi, per un tracciato di circa 19 chilometri che collega l’estrema periferia orientale di Roma al centro, migliorando decisamente la vita di un quadrante molto popoloso della Città eterna. Sarà la prima stazione con allestimenti museali tematici: gli scavi hanno consentito di esplorare una stratigrafia di oltre 20 metri in profondità. Il risultato è un tour lungo corridoi, scale mobili e banchine nuove di zecca, ma anche tra reperti archeologici esposti ovunque.

La linea C segue gli stessi orari del resto della rete metro: tutti i giorni la prima e l’ultima corsa dai capolinea di sono rispettivamente fissate alle 5,30 e alle 23,30 con l’eccezione del venerdì e del sabato, quando gli ultimi convogli partono all’1,30 di notte. La nuova stazione si trova in largo Brindisi, all’angolo con piazzale Appio, ed è collegata a alla fermata della linea A con una galleria sotterranea. I passeggeri che si spostano da una linea all’altra potranno ovviamente utilizzare lo stesso biglietto, valido anche sugli altri mezzi del trasporto pubblico locale romano.

A mezzogiorno è partito il primo treno da San Giovanni in direzione di Pantano, e quelli provenienti dalla periferia proseguono oltre piazza Lodi, fino al nuovo capolinea. Un’ora prima, alle 11, l’inaugurazione ufficiale con il taglio del nastro, con l’intervento della sindaca Virginia Raggi, accompagnata dall’assessore alla mobilità Linda Meleo, e l’archeologa Simona Morretta, della Soprintendenza speciale Archeologia, Belle arti e Paesaggio di Roma. Assente Nicola Zingaretti, che non era stato inserito nell’elenco degli interventi ufficiali: il governatore è stato sostituito dal vice Massimiliano Smeriglio.