Condividi, , Google Plus, LinkedIn,

Stampa

La prima strada in Svezia, che ricarica i veicoli elettrici in movimento

Inaugurata in Svezia eRoadArlanda, la prima strada «intelligente» che ricarica auto e autocarri elettrici in movimento. La carreggiata che si trova vicino all’aeroporto di Stoccolma è lunga solo due chilometri, ma l’agenzia statale che gestisce le strade nel Paese scandinavo intende estendere la tecnologia a tutta la Svezia in modo da tagliare entro il 2030 le emissioni di CO2 del 70 per cento nel settore dei trasporti.

Ma come funziona questa tecnologia innovativa? Al centro della carreggiata c’è una rotaia a cui è collegato un braccio mobile a sua volta attaccato al fondo del veicolo.  Quando la vettura si muove, la corrente è trasferita dalla strada alla batteria della macchina, ricaricandola. Quando invece si ferma, la corrente si disconnette. Il sistema è in grado di calcolare il consumo energetico del veicolo e ciò permette di addebitare i costi di elettricità per ogni utente.

Per ora solo i camion elettrici del servizio postale PostNord possono percorrere la strada intelligente e ricaricarsi, ma secondo Hans Säll, amministratore delegato del consorzio eRoad Arlanda, sia tutti i veicoli elettrici in circolazione sia tutte le strade del Paese potrebbero essere adattate per sfruttare la tecnologia.

In totale in Svezia ci sono circa mezzo milione di chilometri di strade, di cui 20.000 chilometri sono autostrade: «Se elettrifichiamo tutto il percorso autostradale svedese ciò può essere sufficiente — dichiara Hans Säl —. La distanza tra due autostrade non supera mai i 45 chilometri e le auto elettriche possono già percorrere quella distanza senza dover essere ricaricate. Alcuni credono che sarebbe sufficiente elettrificare 5.000 chilometri di autostrade».