Condividi, , Google Plus, LinkedIn,

Stampa

Pubblicato in:

Il canale di Panama raddoppia

Mapei all'opera con additivi di ultima generazione per 5.500.000 m3 di calcestruzzo per un grande cantiere in progress

Sono in piena attività i lavori per il raddoppio del Canale di Panama, il progetto che prevede la realizzazione di due nuove serie di chiuse (una lato Atlantico, una lato Pacifico) per incrementare il traffico commerciale attraverso il canale, consentendo il passaggio di navi di medie dimensioni e tonnellaggio.

Immagini

  • Per questo grandioso cantiere, Mapei ha sviluppato un additivo ad hoc, Dynamon XP2 Evolution 1, che ha dato ottimi risultati in termini di lavorabilità e di posa in opera del calcestruzzo
    article_355-img_5158
    Per questo grandioso cantiere, Mapei ha sviluppato un additivo ad hoc, Dynamon XP2 Evolution 1, che ha dato ottimi risultati in termini di lavorabilità e di posa in opera del calcestruzzo
  • La rappresentazione del canale dalle chiuse di Gatún a quelle di Miraflores
    article_355-img_5159
    La rappresentazione del canale dalle chiuse di Gatún a quelle di Miraflores
  • Il cantiere durante i lavori
    article_355-img_5160
    Il cantiere durante i lavori
  • Il cantiere durante i lavori
    article_355-img_5161
    Il cantiere durante i lavori
  • Gli additivi Mapei vengono utilizzati per la fabbricazione del calcestruzzo massivo e per quello marino, da utilizzare rispettivamente nelle parti interne ed esterne dei getti di realizzazione delle chiuse
    article_355-img_5162
    Gli additivi Mapei vengono utilizzati per la fabbricazione del calcestruzzo massivo e per quello marino, da utilizzare rispettivamente nelle parti interne ed esterne dei getti di realizzazione delle chiuse

La presenza del Made in Italy a Panama vede anche Mapei tra i protagonisti, con la fornitura di additivi per il calcestruzzo in quello che è attualmente considerato il cantiere più grande del mondo.

Obiettivo di questo imponente progetto, iniziato nel 2007, è raddoppiare la capacità della via d’acqua più importante del mondo.

La completa realizzazione della nuova via d’acqua è prevista entro il 2014, nel centenario dell’inaugurazione del canale esistente.

Il progetto di ampliamento è nato dall’accordo tra l’Autorità del Canale di Panama (ACP), Organismo governativo deputato alla gestione dell’infrastruttura, e il Consorzio Grupo Unido por el Canal (GUPC), composto da Sacyr Vallehermoso (Spagna), Impregilo (Italia), Jan de Nul (Belgio) e Constructora Urbana (Panama), per un’offerta economica complessiva pari a 3,22 miliardi di Dollari.

L’impegno economico del progetto è di 5,25 miliardi di Dollari, che il Governo finanzierà parzialmente aumentando i pedaggi del 3,5% per un ventennio.

La ristrutturazione del canale esistente

Il lavoro ha previsto anche interventi di ristrutturazione sull’originario canale e Mapei ha offerto il suo contributo per il risanamento e il consolidamento delle fondamenta delle Chiuse di Gatún, circa 30 m sottoterra e considerate le strutture di calcestruzzo armato più imponenti mai costruite.

I lavori di ampliamento

I punti centrali del nuovo cantiere sono le due enormi chiuse, una sulla costa atlantica e l’altra su quella pacifica. Il lavoro prevede il dragaggio e lo scavo dei canali di accesso a queste chiuse su entrambi i lati, per una lunghezza complessiva di 11,2 km e una larghezza di 218 m.

Additivi evoluti per un calcestruzzo durevole

Gli additivi Mapei sono stati scelti per la fabbricazione del calcestruzzo massivo e per quello marino, da utilizzare rispettivamente nelle parti interne ed esterne dei getti di realizzazione delle chiuse, con l’obiettivo di garantire una vita utile dell’opera di 100 anni.

I primi test presso il laboratorio di cantiere del Consorzio GUPC sono iniziati a Panama nel Settembre 2010.

In questa prima fase di test, sono stati testati anche gli additivi di numerose Società concorrenti presenti nel mercato internazionale.

Dopo numerosi riscontri, a Dicembre 2010 l’additivo Dynamon XP2 è stato giudicato come l’unica soluzione in grado di lavorare con i materiali effettivamente utilizzati e di essere utilizzato sia nel lato Atlantico, dove si usa il cemento tipo Panama, sia nel lato Pacifico dove si usa il cemento tipo Cemex. Questo additivo è stato utilizzato nel 2011 nei primi sei mesi di attività del progetto.

Dopo l’avviamento degli impianti di produzione del calcestruzzo e degli aggregati, anche grazie al contributo di Mapei, sono stati risolti alcuni importanti problemi legati a una forte riduzione delle resistenze meccaniche e di durabilità dei calcestruzzi prodotti dall’impianto.

Su richiesta della Committenza, Mapei ha iniziato così a sviluppare un nuovo prodotto in grado di lavorare con i nuovi mix design in corso di verifica presso il laboratorio GUPC, formulando un nuovo evoluto additivo Dynamon XP2 Evolution 1, per dare continuità alla grande mole di lavoro svolta in precedenza col vecchio additivo. Questo prodotto è risultato migliore nel mantenimento dei tempi di lavorabilità e di posa in opera del calcestruzzo, con un dosaggio di impiego che risultava minore rispetto ad altri presenti sul mercato.

Il 21 Dicembre 2011 è la data che porta il contratto definitivo per la fornitura di additivo per il progetto del nuovo Canale di Panama. Formalizzato dalla firma di Giorgio Squinzi e dell’Ing. Bernardo Gonzales, Project Manager di GUPC, rappresenta un successo per Mapei e per tutta l’industria italiana. 

Una vittoria frutto di un perfetto gioco di squadra e di un consolidato modus operandi che prevede una continua assistenza tecnica in cantiere per risolvere piccoli e grandi problemi e il supporto decisivo dei laboratori di Ricerca & Sviluppo nell’indagare ogni materiale e trovare le soluzioni tecnologicamente più avanzate.

Il presente articolo è stato tratto da “Realtà Mapei” n° 113/2012.