Condividi, , Google Plus, LinkedIn,

Stampa

Pubblicato in:

La riqualificazione strutturale di un ponte ad arco

La ex Provincia di Catania sta da tempo impegnando molte risorse per il monitoraggio, la programmazione, la progettazione di opere di riqualificazione strutturale

I ponti si presentano, nell’immaginario comune, come “ciò che permette di superare ostacoli insormontabili”, segnano i territori, disegnano paesaggi ed evocano al contempo il potere della tecnica e l’efficacia della scienza. A partire dagli inizi del Novecento, la diffusione del ferro malleabile in ambito industriale e la crescente conoscenza della scienza delle costruzioni resero possibile progettare molti ponti in calcestruzzo armato: ciò rappresentò la possibilità di costruire ponti a “basso costo”; in Italia si sviluppò una tecnica costruttiva che rappresenta una delle eccellenze italiane.

  • Il ponte sul fiume Gornalunga
    Il ponte sul fiume Gornalunga
    Il ponte sul fiume Gornalunga
  • Lo schema strutturale del ponte sul fiume Gornalunga
    Lo schema strutturale del ponte sul fiume Gornalunga
    Lo schema strutturale del ponte sul fiume Gornalunga
  • Il degrado della soletta del ponte sul fiume Gornalunga
    Il degrado della soletta del ponte sul fiume Gornalunga
    Il degrado della soletta del ponte sul fiume Gornalunga
  • La variazione della sezione trasversale
    La variazione della sezione trasversale
    La variazione della sezione trasversale
  • La struttura del ponte sul fiume Gornalunga
    La struttura del ponte sul fiume Gornalunga
    La struttura del ponte sul fiume Gornalunga
  • Le stampelle laterali
    Le stampelle laterali
    Le stampelle laterali
  • Lo schema della trave trasversale su appoggi cedevoli
    Lo schema della trave trasversale su appoggi cedevoli
    Lo schema della trave trasversale su appoggi cedevoli
  • Lo schema di struttura galleggiante
    Lo schema di struttura galleggiante
    Lo schema di struttura galleggiante
  • Le stampelle che fanno filtrare la presenza del ponte
    Le stampelle che fanno filtrare la presenza del ponte
    Le stampelle che fanno filtrare la presenza del ponte
  • Il tasso di sfruttamento materiale
    Il tasso di sfruttamento materiale
    Il tasso di sfruttamento materiale

Molti ponti costruiti tra il 1950 e il 1970 rappresentano delle vere “opere d’arte” in cui l’estetica faceva emergere la funzione statica, ponti in cui l’ingegno e gli sforzi profusi impongono il rispetto e la conservazione come nel caso delle opere di riqualificazione strutturale che si devono eseguire nel ponte lungo la S.P. 74/II sul fiume Gornalunga a Catania.

Il ponte

I ponti costruiti a servizio della viabilità secondaria (provinciale) sono strutture con “luce di calcolo” che raramente superano i 50 m, perciò vengono considerate opere d’arte secondarie; però la secondarietà non necessariamente comporta l’assioma di opere di minore valenza. Lo sviluppo della prefabbricazione ha “spinto” molti Progettisti di ponti a rinunciare al ruolo di “ideatori di strutture” per convertirsi al ruolo di “assemblatori” di pezzi prefabbricati progettando strutture anonime; al contrario, il ponte sul fiume Gornalunga lungo la S.P. 74/II presenta una elegante struttura ad arco che è necessario salvaguardare.

La ex Provincia di Catania da tempo sta impegnando molte risorse per il monitoraggio, la programmazione, la progettazione di opere di riqualificazione strutturale. I parametri identificativi del manufatto sono:

  • anno di costruzione = 1965;
  • numero delle campate = quattro;
  • lunghezza dell’arco = 20,00 m;
  • numero degli arconi presenti in ogni campata = tre;
  • larghezza dell’impalcato = 5,30 m;
  • larghezza della corsia = 4,00 m;
  • altezza della luce dell’arco = 4,50 m.