Condividi, , Google Plus, LinkedIn,

Stampa

Pubblicato in:

La galleria Santa Lucia

Sull’Autostrada A1, tra gli svincoli Barberino di Mugello e Calenzano (FI), sono in corso importanti lavori di potenziamento dell’asse autostradale Roma-Milano

sfondo aut

La galleria Santa Lucia è una delle principali opere che costituiranno la nuova carreggiata autostradale in direzione Sud.

Il potenziamento del tratto A1 Barberino di Mugello-Firenze Nord prevede infatti la realizzazione di una nuova carreggiata in variante di tracciato in direzione Roma, e la riqualifica delle due carreggiate esistenti che saranno dedicate al traffico che viaggia in direzione Milano.

Autostrade per l’Italia SpA, Concessionaria del tratto autostradale e Committente dei lavori in oggetto, ha affidato la realizzazione dell’opera alla Società Pavimental SpA. Il Progettista esecutivo è la Società SPEA Engineering.

  • Autostrada A1
    1 aut
    La galleria Santa Lucia è una delle principali opere che costituiranno la nuova carreggiata autostradale in direzione Sud
  • Barberino di Mugello
    2 aut
    La sezione tipo della galleria Santa Lucia
  • Calenzano
    3 aut
    Il tracciato della galleria Santa Lucia
  • SPEA Engineering SpA
    4 aut
    La TBM EPB S900
  • Galleria
    5 aut
    Lo stoccaggio dei conci prefabbricati
  • Autostrade per l’Italia SpA
    6A aut
    Il profilo geomeccanico di tracciato
  • Pavimental SpA
    6B aut
    Il profilo geomeccanico di tracciato
  • TBM
    7 aut
    La planimetria del sottoattraversamento
  • Sotterraneo
    8 aut
    L’imbocco Nord della galleria

La galleria è realizzata grazie all’utilizzo di una fresa scudata di tipo EPB, avente diametro di scavo di 15,965 m, costruita dalla Società Herrenknecht A.G. (si veda fascicolo n° 121 Gennaio/Febbraio 2017 e http://www.stradeeautostrade.it/gallerie-e-tunnelling/una-tranquilla-nottata-pesante/).

L’area di scavo, pari a circa 200 m2, permette di accogliere all’interno della sezione, oltre al rivestimento della galleria, tre corsie di larghezza 3,75 m, banchina, marciapiede, corpi illuminanti, impianti di ventilazione e al di sotto della piattaforma stradale, un cunicolo di sicurezza per l’evacuazione in emergenza degli utenti.